I cancelli del cielo

 16,00

di Michael Cimino

Confronta

Descrizione

Tristemente famoso per il gigantesco flop che ha distrutto la carriera di Michael Cimino e chiuso un’era di Hollywood, I cancelli del cielo è stato, fin dalla sua uscita, una delle opere più controverse della storia del cinema. Avrebbe dovuto essere il film del lancio definitivo del regista, dopo il grande successo de Il cacciatore, e invece è stato l’inizio di una fine rovinosa. Criticato aspramente, talvolta con punte di crudele sadismo, ancora prima che fosse terminato, e rimontato in una versione ridotta nel tentativo disperato di contenere l’enorme sforzo produttivo, si è guadagnato la fama di film maledetto, malgrado si tratti, in realtà, soltanto di una pellicola profondamente incompresa, condizionata dal miraggio di perfezione di Cimino e dalla sua natura di kolossal giunto con quarant’anni di ritardo. I cancelli del cielo è la triste storia di un’ossessione che ha sfiorato le vette estetiche del sublime, prima di frantumarsi disastrosamente a causa della frustrante aspirazione di raggiungere l’assoluto.

Giampiero Frasca scrive di cinema. Ha pubblicato, tra gli altri, Road Movie (2001), C’era una volta il western (2007), Il cinema va a scuola (2011), Storia e storie del cinema americano (2013) e La suspense (2015). Collabora con «Cineforum», nella cui versione online cura la rubrica “(dis)Sequenze”. 

GUARDA IL BOOKTRAILER

Informazioni aggiuntive

ISBN

Caratteristiche

Formato

Pagine

Anno pubblicazione

Rassegna Stampa

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “I cancelli del cielo”