Affollatissima solitudine

 18,00

Confronta
COD: 9788884409041 Categorie: , ,

Descrizione

Lara, una bella quarantenne, è al suo secondo matrimonio, moglie felice di Giorgio. Ma Lara è una donna molto particolare:
è timida o audace?… Oca o intelligente?… Frigida o erotomane? Forse le manca qualche rotella (o ne ha qualcuna di troppo?). Riesce comunque a portare il marito al proprio insolito, e in fondo divertente, discorso sessuale. Lei ha infatti bisogno di una lunga “preparazione”, deve parlare molto (legge Freud, Jung, Kolosimo…), deve inventare e giocare (si documenta sul Kamasutra e altri libri di sessuologia) per arrivare finalmente all’amplesso.

Dal canto suo, il marito, veramente innamorato e anche affascinato da un simile modus amandi, la segue con pazienza ed entusiasmo, ma dopo qualche tempo di perseveranza in quelle novità così eccitanti, sente che è arrivato il momento di “frenare”. Decide quindi di parlarle seriamente: vuole cioè portarla in analisi. Per Lara è l’inizio di un lungo viaggio, nel corso del quale, insieme a lei, anche noi lettori scopriremo quali e quanto forti esperienze, a volte anche traumatiche, abbia affrontato fin da bambina, e come sia arrivata a maturare certe sue “necessità”.

Lucia Modugno, attrice cinematografica e teatrale, ha debuttato nel 1959 ne Il generale della Rovere. E ancora, I Mostri di D. Risi, Parliamo di Donne di E. Scola, L.S.D. di M. Bava, Na- vajo Joe di S. Corbucci, L’Amante Italiana di J. De Lan- noy, Her Private Hell di J. Warren. Ha pubblicato due libri: Vengo a prendere il «caffè» da te, del 2005, e Dietro le quinte. Dallo schermo al palcoscenico. Confidenze (in)confessabili, del 2009. Nel 1980 ha fondato la sua Compagnia teatrale, il cui ultimo lavoro, L’Occhio di “Eros”, è andato in scena nel 2010.

In trent’anni ininterrotti di lavoro, ha messo in scena molte sue opere, curandone la regia, alcune tradotte in musical. Ma ha portato sul palcoscenico altri più autorevoli autori: Paradiso di A. Moravia (per quest’opera tratta dal romanzo di Moravia ha dovuto curare la trasposizione teatrale); Più Forte di Loro di G.B. Shaw; Chi ti ha detto che eri nudo di P.B. Bertoli; Retrò di A. Galin; Display di E. Bernanrd; Bussando alla porta accanto di F. Dorin; Cose Turche di S. Fayad; La Presidentessa di Hennequin e Veber, riadattata agli Anni Trenta in Italia (risultato: una spassosa presa in giro del fascismo). E ancora, le più divertenti pochades di G. Feydeau.

Informazioni aggiuntive

ISBN

Caratteristiche

Formato

Pagine

Anno pubblicazione

Rassegna Stampa

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Affollatissima solitudine”