ISBN: 9788866920595

Dracula di Bram Stoker

 19,50

Confronta

Descrizione

 Il Dracula filologico che nel 1992 ha riportato in auge il mito ormai esangue dei vampiri è un affresco barocco e immaginifico, più ancora degli altri Dracula apparsi sul grande schermo; ma nonostante tutto il sangue che vi scorre, e che alle prime proiezioni indusse molti spettatori ad abbandonare la sala, non è un horror in senso stretto, quanto piuttosto una storia d’amore fin de siècle. E rappresenta, nella visione di Coppola, anche il cinema stesso, come i vampiri notturno per vocazione e fisiologia. Il regista rispetta il testo originario di Bram Stoker in molti dettagli anche minimi, ma lo capovolge nella sostanza: trasformando la difesa del perbenismo e della normalità vittoriana in un’esaltazione romantica delle trasgressioni, a cominciare da quella più grande di tutte che è l’amore. Forse la vera protagonista di questo film da 40 milioni di dollari, fortemente voluto dalla prim’attrice Winona Ryder, è proprio lei, Mina; e non è un caso che in questo libro sia una donna ad accompagnarci all’interno del film, alla scoperta o riscoperta dei suoi brividi, dei suoi terrori, dei suoi incanti. 

ANNA BERRA, scrittrice, giornalista e appassionata di danza, laureata in filosofia, ha esordito nella narrativa nel 2003 con il romanzo L’ultima ceretta, pubblicato da Garzanti e giunto alla terza ristampa. Ha poi collaborato con «La Stampa» e il suo inserto «TorinoSette» raccogliendo il meglio dei suoi scritti in un florilegio di 69 racconti in gran parte illustrati, ambientati a Torino dal 1888 ai giorni nostri (Piume di sangue, 2009). Ha tenuto corsi e laboratori di lettura e di scrittura e nel 2015 ha pubblicato un nuovo romanzo, Barche, bidelli e bambole bruciate. Questo è il suo primo libro di cinema. 

Rassegna Stampa

01/02/21  I Convenzionali.it

01/02/21  Cinemonitor

01/02/21  Hollywod Party Radio Rai 3

03/02/21 intervista Rtl 102.5 news

05/02/21 La Stampa

24/02/21 Pulp libri