Il cinema di Michael Cimino

Giampiero Frasca

Availability: In stock

€24.00
OR

Il cinema di Michael Cimino

Double click on above image to view full picture

Zoom Out
Zoom In

More Views

Additional Information
ISBN 9788866920588
Features volume in brossura
Format cm 17 x 24
Pages 192
Publication year 2019
Press review

Video di presentazione del libro

Details

Michael Cimino è stato uno dei nomi più celebri del cinema americano a cavallo tra gli anni Settanta e Ottanta. Ma a una rapidissima ascesa è seguita un’altrettanto repentina caduta, tutto nell'arco di un paio di anni, ciò che ha fatto di lui prima un miracolato, poi un reietto. Il cacciatore ha attirato l'attenzione del grande pubblico e quella dell'Academy, che lo ha premiato con cinque Oscar, mentre l’insuccesso commerciale dei Cancelli del cielo è stato talmente rilevante da essere usato per sancire simbolicamente la chiusura di un’epoca, causando all'autore un ostracismo inflessibile da parte dei produttori e accelerando la fine della sua carriera. Eppure Cimino incarnava una figura di artista molto particolare, colto e visionario, un perfezionista che sconfinava nella paranoia, fautore di un cinema che era frutto di una sintesi suprema tra l'enfasi spettacolare della Hollywood classica e una concezione personale di grandissima originalità. Eccentrico e testardo, Cimino ha fallito per la sua diversità rispetto ai grandi nomi della New Hollywood: isolato e ambizioso, arrogante perché orgogliosamente convinto dei propri mezzi, ossessivo al punto da rasentare la patologia. Il suo cinema candidamente anacronistico, fatto di ampie strutture narrative e di una maniacale direzione di attori e comparse, non ha lasciato mai indifferenti ma ha determinato sempre aspri dibattiti e polemiche, perfino nei pochi anni del grande successo internazionale. Questo libro – arricchito da numerose illustrazioni e concluso da un’intervista al regista, inedita in volume – non ha lo scopo di rivalutare l’opera di un autore che avrebbe potuto diventare immortale e invece è finito in un mesto dimenticatoio, bensì quello di tentare un’accurata analisi del suo lavoro per andare oltre l’aneddotica scandalistica che da I cancelli del cielo in poi ha condizionato l’obiettività di molti giudizi sul suo cinema e sulla sua vita.

Giampiero Frasca scrive di cinema, tiene corsi, cura rassegne. Per questa casa editrice, su Cimino ha già pubblicato – nella collana “I migliori film della nostra vita” – una monografia dedicata a I cancelli del cielo. Tra gli altri suoi libri: Road Movie (2001), C’era una volta il western (2007), Il cinema va a scuola (2011), Storia e storie del cinema americano (2013) e La suspense (2015).

Bookmark and Share