Il giornalismo sportivo in TV

Massimo Tecca

requisiti, segreti del mestiere, sbocchi professionali

Availability: In stock

€18.00
OR

Il giornalismo sportivo in TV

Double click on above image to view full picture

Zoom Out
Zoom In

More Views

Additional Information
ISBN 9788884405807
Features volume in brossura
Format cm 15 x 21
Pages 156
Publication year 2009
Press review No
Details

Il giornalismo sportivo in tv è materia che si evolve in continuazione: cresce, cambia sostanza, si modifica a seconda degli strumenti e di chi li maneggia. Devi corrergli dietro, altrimenti rischi di essere superato e di non raggiungere più quel treno che ti sfugge. Questo manuale non ha la pretesa di insegnare: serve semmai da “buca del suggeritore” per chiunque – giovane e meno giovane – voglia avvicinarsi a un mestiere che, nonostante una certa inflazione e la conseguente qualità al ribasso, non ha ancora perso il suo fascino. Nella successione dei vari capitoli si è cercato di rispondere alle domande più frequenti di chi voglia conoscere meglio i vari aspetti della professione: il funzionamento di una tv sportiva; come ci si pone davanti a un microfono e all’obbiettivo di una telecamera; come funziona il montaggio televisivo; cos’è una regia; come si affronta una diretta; i segreti di una telecronaca; come si scrive un “pezzo” televisivo; cosa si nasconde dietro un telegiornale sportivo. Ma non solo, perché alle parole dell’Autore si accompagnano i contributi di alcuni indiscussi esperti del settore, che la tv la fanno sul campo o la commentano da anni: consigli, opinioni, spunti e strategie a disposizione di chi sta cominciando oggi, e di chi oggi sta già svolgendo la professione.

Indice | Introduzione

MASSIMO TECCA, nato a Roma nell’anno in cui Pelè vinceva il suo primo Mondiale (1958), ne è rimasto folgorato: il calcio e le telecronache sono state e restano per lui più una malattia che una passione. Cresciuto nei giornali, è passato successivamente alla tv con qualche incursione in radio. Cronista sportivo dal ’78 a «Paese Sera» sotto l’ala protettiva di Mimmo De Grandis, poi dall’85 al «Corriere dello Sport- Stadio» diretto da Giorgio Tosatti, nel ’91si è trasferito a Telepiù, quindi nel ’99 a Stream , poi riunite nel 2003 sotto la bandiera di Sky. Nonostante l’età, non ha ancora smesso di amare il suo lavoro e di correre dietro a un pallone.  

Bookmark and Share