L'amante segreto di Madame Curie

Irène Frain

Disponibilità: Si

€ 18,00
O

L'amante segreto di Madame Curie

Doppio click sull'immagine per vederla intera

Rimpicciolisci
Ingrandisci

Altre Viste

Informazioni Aggiuntive
ISBN 9788884409485
Caratteristiche volume in brossura
Formato cm 13 x 20
Pagine 336
Anno 2017
Rassegna Stampa

Recensione su "Convenzionali"

Dettagli

Il 4 novembre 1911, a Parigi, su un giornale a grande tiratura compare un titolo in prima pagina: Histoire d'amour. Madame Curie et le professeur Langevin. Marie Curie ha dunque un amante? La stampa e l'opinione pubblica s'infiammano. Tribunali, duelli, lettere rubate: lo scandalo è enorme. Comunque, sì, è vero, Marie Curie ha un amante. Vedova da cinque anni di Pierre Curie - insieme al quale ha scoperto il radio e ricevuto il primo premio Nobel -, si è innamorata di un uomo sposato: Paul Langevin, amico di Einstein e scienziato eccezionale quanto lui. Ma, sebbene nella vicenda il "traditore" sia soltanto Paul, che ha moglie e quattro figli, è soprattutto lei a essere presa di mira. Icona della scienza in tutto il mondo, sta per ricevere un secondo Nobel e la sua candidatura all'Accademia delle Scienze è oggetto di pesanti polemiche tra i cattedratici e non solo. Ora si scopre che è anche capace di amare, amare e basta, al di là di ciò che impongono la morale o la pubblica decenza: tutto questo è intollerabile. Il 7 novembre, il premio le viene consegnato, ma sui giornali francesi nemmeno una riga, o quasi. La notizia di quei giorni è invece che la moglie di Langevin è ricorsa al tribunale per ottenere la separazione dal marito e la custodia dei figli. Che cosa unisce davvero il giovane, aitante scienziato dai baffi a manubrio e l'intransingente "polacca" che ha consacrato l'esistenza alla ricerca, a sprezzo della propria salute? Come convivono in lei il ricordo di Pierre e il sentimento verso Paul? Per scoprirlo, Irène Frain ha interrogato archivi dimenticati, foto sconosciute, luoghi inesplorati, mettendo insieme i tasselli di un'indagine avvincente via via trasformatasi nelle pagine di uno splendido romanzo biografico. E ha magistralmente ricostruito - sullo sfondo della società francese d'inizio Novecento e di uno scandalo mediatico d'inattesa modernità - il ritratto di una donna pronta a rischiare per amore tutto quello che il mondo le ha riconosciuto.

Irène Frain, scrittrice e giornalista, è nata in Bretagna nel 1950. Tra i suoi romanzi più conosciuti in Francia: Le Nabab (Lattès, 1982), Secret de famille (Lattès, 1989), Devi (Fayard/Lattès, 1993) e Le Naufragés de l'île Tromelin (Michel Lafon, 2009). In Italia, ha già pubblicato il saggio La felicità di fa l'amore in cucina e viceversa (Ponte delle Grazie, 2004) e il romanzo Beauvoir in love (Mondadori, 2014).

Bookmark and Share