Uno piu’ undici

Franco Recanatesi

Maestrelli: la vita di un gentiluomo del calcio, dagli anni trenta allo scudetto del ’74

Disponibilità: Si

€ 16,00
O

Uno piu’ undici

Doppio click sull'immagine per vederla intera

Rimpicciolisci
Ingrandisci

Altre Viste

Informazioni Aggiuntive
ISBN 8879448447
Caratteristiche cm 15 x 21 volume in brossura + DVD in allegato pagg. 192
Formato No
Pagine No
Anno 2007
Rassegna Stampa No
Dettagli
Con uno straordinario DVD ricco di emozionanti filmati (30 min.) in parte inediti e a colori.

Incredibile, ma vero: alla fine del primo tempo dell'ultima giornata del campionato di calcio '72-'73, la Lazio di Maestrelli, neo-promossa in Serie A, è virtualmente campione d'Italia... ma un intricato (e strano) epilogo di risultati, porta lo scudetto sul petto della solita Juventus. A capo di quella banda di uomini scapestrati, rissosi e ribelli c'è Tommaso Maestrelli, un gentiluomo pacato, un uomo d'altri tempi (si direbbe oggi), un padre in grado di tenere unito uno spogliatoio velenosissimo, perché diviso in due gruppi distinti (che prende spunto dalla partitella del giovedì per darsele di santa ragione), ma tutti ugualmente e idealmente figli suoi. Da allenatore impone lo stile famigliare. Manovra a tutto campo e dialogo costante tra i giocatori. Nel '74 si avvera il sogno e la Lazio conquista il suo primo scudetto. Maestrelli ne è il vero artefice. Questa non è la solita biografia di un personaggio del passato. È il romanzo di un uomo di calcio, un uomo per bene, leale, fuori dal coro del calcio duro (a tratti sporco), seppur affascinante. È il romanzo di un calcio che non c'è più, fatto di maglie di lana, nessuno sponsor, nessun procuratore, di Enrico Ameri alla radiolina, degli anni di piombo, dello sparo a Re Cecconi, della malattia devastante di Tommaso che lo porterà alla morte fulminea. Un romanzo, appunto. Franco Recanatesi, giornalista, ha cominciato la sua carriera al «Corriere dello Sport». Nel 1976 è stato chiamato da Eugenio Scalfari a «La Repubblica», dove è stato caposervizio, redattore capo centrale, inviato. Collabora a varie testate ed è autore di altri volumi dedicati al calcio.
Bookmark and Share