Teoria della danza classica vol.2

Flavia Pappacena

Analisi strutturale-anatomica

Disponibilità: Si

€ 19,50
O

Teoria della danza classica vol.2

Doppio click sull'immagine per vederla intera

Rimpicciolisci
Ingrandisci

Altre Viste

Informazioni Aggiuntive
ISBN 8884403464
Caratteristiche volume in brossura con 100 ill. ca. in b/n
Formato 12,7 x 19,7 cm
Pagine 240
Anno 2014
Rassegna Stampa No
Dettagli

Sin dal Settecento l’analisi strutturale-anatomica è ritenuta uno strumento indispensabile per la formazione di danzatori, coreografi e maestri. Per tale motivo, da oltre vent'anni essa è entrata nei programmi di Teoria della danza dell’Accademia Nazionale di Danza. Nel presente volume l’Autriceillustra la propria metodologia, finalizzata a un apprendimento della danza corretto, profondo e consapevole, e all'individuazione, prevenzione e correzione dei più comuni errori posturali e tecnici. Per il rigore dell'analisi e la concretezza della trattazione, nonché per l'originalità del corredo illustrativo, questo libro non solo costituisce una guida fondamentale per danzatori, insegnanti e coreografi, ma rappresenta un caso del tutto peculiare nell'editoria italiana, essendo a tutt'oggi l'unico testo dedicato all'argomento.

Flavia Pappacena, insegna Teoria della danza e di Estetica della danza presso l'Accademia Nazionale di Danza e presso la facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Roma "La Sapienza"; dal 1984 dirige la sezione Danza di questa collana e dal 1993 la rivista di ricerca Chorégraphic. Già autrice per Gremese di numerosi testi tecnici -  Tecnica della danza classica in tre volumi (1985, 1986, 1988), Teoria della danza classica vol.1 (nuova edizione 2010) e vol. 2 (2002) - ha pubblicato vari saggi a carattere storico e teorico tradotti in più lingue, tra i quali Excelsior: Documenti e saggi (1998), Il Trattato di Danza di Carlo Blasis 1820-1830 (2005), La danza classica. Le origini (2009), Il Linguaggio della danza classica. Guida all'interpretazione delle fonti iconografiche (2010). Ha inoltre curato l'edizione critica di diverse opere, quali La Sténochorégraphie di A. Saint-Léon (2006) e Programmi dei balletti. Selezione di libretti 1751-1776 (2009) di Jean-Georges Noverre.

Bookmark and Share