Le basi della danza classica

Agrippina Vaganova

Traduzione della terza edizione russa (1948) a cura di A. Alberti e F. Pappacena

Disponibilità: Si

€ 24,00
O

Le basi della danza classica

Doppio click sull'immagine per vederla intera

Rimpicciolisci
Ingrandisci

Altre Viste

Informazioni Aggiuntive
ISBN 9788884404657
Caratteristiche volume in brossura
Formato 12,7 x 19,7 cm
Pagine 256
Anno 2015
Rassegna Stampa No
Dettagli

Questo volume - traduzione integrale della terza edizione russa risalente al 1948 - illustra principi e tecniche del metodo elaborato da Agrippina Vaganova, una delle più importanti figure della danza mondiale. Formatasi con i più grandi maestri della scuola russa dell'Ottocento, l'artista ristrutturò la Scuola del balletto di San Pietroburgo fondendo in modo creativo la linea tradizionale di estrazione-danese con la tecnica virtuosa della scuola italiana, testimoniata in Russia da Enrico Cecchetti e da famose ballerine della Scala di Milano. Il risultato fu il sapiente equilibrio tra raffinata ricerca formale e forte base tecnica che costituisce il trattato distintivo delle sue allieve (tra le quali M. Semënova, G. Ulanova, A. Osipenko, N. Dudinskaja, I. Kolpakova), protagoniste del balletto russo del Novecento. Nel 1957 le venne intitolata la Scuola coreografica di San Pietro, attualmente considerata la più importante del mondo.

Agrippina Jakovlevna Vaganova (1879-1951) nasce a San Pietroburgo nel 1879. Studia alla Scuola del Teatro imperiale della stessa città, diplomandosi nel 1897. Nel medesimo anno entra nella compagnia del Teatro Mariinskij. Ottiene il titolo di solista nel 1905 e di prima ballerina nel 1915. Lasciate le scene nel 1916, si dedica all’insegnamento: nel 1917 in scuole private, nel 1921 presso la Scuola statale del balletto di Leningrado e dal '22 nella compagnia del Teatro accademico (GATOB), denominato nel 1935 Kirov.  nella Scuola del Teatro Accademico di Stato di Opera e Balletto. Nel 1931 fu nominata direttrice artistica della Compagnia del Teatro Kirov. Dello stesso teatro sarà anche direttrice artistica dal 1931 al 1937. Dal 1934 al 1941 dirige il dipartimento didattico della Scuola. Muore nella sua città natale nel 1951.

Bookmark and Share