Pedro Almodòvar

Jean-Max Méjean

Disponibilità: Si

€ 20,00
O

Pedro Almodòvar

Doppio click sull'immagine per vederla intera

Rimpicciolisci
Ingrandisci

Altre Viste

Informazioni Aggiuntive
ISBN 9788884404350
Caratteristiche volume in brossura
Formato cm 17 x 24
Pagine 128
Anno 2007
Rassegna Stampa No
Dettagli
Pedro Almodóvar è già un classico. In un cinema come quello odierno, violento e adrenalinico, incapace di raccontare i sentimenti o che, peggio, indulge nel sentimentalismo, i film del geniale regista spagnolo mettono ostinatamente in scena storie di emozioni e sofferenza. Dalle allegre trasgressioni di Pepi, Luci, Bom, scatenato omaggio alla movida degli anni Ottanta, sino allo stile raffinato e trasparente di Tutto su mia madre o Parla con lei, capolavori della maturità, Almodóvar ha seguito con coerenza la via di una disarmata sincerità, pedinando i suoi personaggi vivi e veri nei labirinti delle passioni. Come Shakespeare - e, ovviamente, come la vita - Almodóvar riesce ad alternare i toni, mescolare dramma e risate, commedia e tragedia. Egli sa suonare l’intera tastiera dei sentimenti, passando dalle divertite inflessioni di una commedia indiavolata come Donne sull’orlo di una crisi di nervi alla musica cupa e severa de La mala educación. Sino a trovare, in Tutto su mia madre o Volver, una sintesi miracolosa della sua ispirazione, tra passione e ragione, gioia e dolore, incarnata nei caratteri memorabili di Cecilia Roth e Penelope Cruz. Il ritratto critico di Méjean, uno dei massimi studiosi di cinema di lingua francese, indaga l’intero percorso artistico di Almodóvar, e coglie i motivi profondi della sua ispirazione, i temi ricorrenti, le ossessioni, la cinefilia. Un cocktail apparentemente bizzarro e improbabile di storie, amori e personaggi fuori dell’ordinario, che invece compongono un ritratto fedele della vita, raccontata, al di là delle apparenze, per quello che è.

Jean-Max Méjean, docente all’Istituto di Scienze della Formazione di Parigi, collabora con numerose riviste di cinema francesi, come “CinémAction” e “CinéLibre”, ed è autore di monografie su Woody Allen, Federico Fellini ed Emir Kusturica.
Bookmark and Share