Ettore Scola

Stefano Masi

Disponibilità: Si

€ 18,00
O

Ettore Scola

Doppio click sull'immagine per vederla intera

Rimpicciolisci
Ingrandisci

Altre Viste

Informazioni Aggiuntive
ISBN 97888884403940
Caratteristiche volume in brossura
Formato cm 19,5 x 26
Pagine 128 pagine con 100 ill. ca. in b/n
Anno 2007
Rassegna Stampa No
Dettagli

Apprezzato autore di sceneggiature (tra le quali Un amercano a Roma, Il sorpasso e Io la conoscevo bene), nel 1964 Ettore Scola debutta nella regia con Se permettete parliamo di donne. Da quel momento, prende avvio la carriera di uno dei registi che più in profondità segneranno il cinema italiano dei decenni successivi. Poco incline alla visione consolatoria proposta dal Neorealismo rosa a base di pane, amore e fantasia, che tra gli anni Cinquanta e Sessanta fu l'antidoto di impronta democristiana alla tensione morale del vero Neorealismo, Scola ha dato voce agli umori più graffianti della commedia all'italiana (Dramma della gelosia: tutti i particolari in cronaca, C'eravamo tanto amati, Brutti, sporchi e cattivi, I nuovi mostri, La terrazza, etc.). Nel suo cinema, l'acutezza delle notazioni (generazionali, politiche, di costume) è sempre andata di pari passo con la godibilità delle situazioni rappresentate, e tutto ciò è rimasto anche quando, nei film della maturità, le forme della commedia sono traslocate in una narrazione più riflessiva (La famiglia, La cena, Concorrenza sleale, etc.). In essa, ha continuato a serpeggiare, declinata in una moltitudine di storie e personaggi diversi, l'antica ironia, dalla quale si salva solo l'onestà vulnerabile dei perdenti: come la casalinga e l'annunciatore radiofonico destinato al confino che si incontrano in Una giornata particolare, nel semideserto microcosmo condominiale di una Roma intenta a festeggiare Hitler.

Stefano Masi (Napoli, 1957) ha pubblicato una trentina di volumi di saggistica cinematografica in Italia e all'estero. Ha firmato la regia di reportages, pubblicità, home-video, documentari premiati in festival internazionali, vincendo il Grand Prix e il Premio Speciale della Giuria al Festival di Kobe con Hotel delle Ombre. Per la tivù ha scritto soap (Un posto al sole) e serie poliziesche (La squadra); per il cinema il film Matilda. È stato direttore artistico dell'Istituto Cinematografico dell'Aquila. In tivù conduce un magazine quotidiano di spettacolo, Shownet, in onda su Rai News 24.

Bookmark and Share