Occhi al cielo

Emilio Sassone Corsi

Come il telescopio ha cambiato la nostra visione dell’Universo

Disponibilità: Si

€ 18,00
O

Occhi al cielo

Doppio click sull'immagine per vederla intera

Rimpicciolisci
Ingrandisci

Altre Viste

Informazioni Aggiuntive
ISBN 9788884406071
Caratteristiche

Volume in brossura con bandelle
cm 17 x 24
pagg. 176
140 in b/n + inserto a colori di 16 pagine

Un’appassionante rievocazione storica e scientifica, il resoconto di straordinarie esperienze vissute ai quattro angoli del mondo e una guida pratica all’uso del telescopio: questo è Occhi al cielo, il nuovo saggio che Emilio Sassone Corsi, presidente dell’Unione Astrofili Italiani, pubblica per Gremese.

A quattrocento anni dal momento in cui Galileo Galilei ha rivolto al cielo il primo telescopio, questo volume, arricchito da un inserto fotografico di 16 pagine a colori, ripercorre la storia dello strumento che ha cambiato il volto dell’astronomia e ha permesso una nuova, rivoluzionaria visione dell’Universo.

Ma è stato davvero Galileo a inventare il telescopio? Per quale motivo occorre costruire telescopi sempre più grandi? E qual è oggi l’osservatorio astronomico più innovativo? L’autore non solo risponde a queste domande, tracciando con mano felice una storia dell’astronomia e dell’astrofisica dall’antichità ai nostri giorni (attraverso figure-chiave come Newton, Cassini, Fraunhofer) ma si mette in gioco in prima persona, descrivendo i tanti viaggi presso alla scoperta degli osservatori astronomici più imponenti e avanzati del mondo, dall’Arizona al Cile, dalle Canarie alle Hawaii.

Chiude il libro una sezione dedicata alla scelta, all’acquisto e all’uso del telescopio. Quali sono i modelli, i costi e gli accessori indispensabili per prendere confidenza con l’osservazione stellare e capire davvero il significato di ciò che si è osservato. Sono pagine ricche di consigli pratici, che riusciranno particolarmente gradite ai lettori che possiedono già un telescopio o vogliono comprarne uno.
 

Emilio Sassone Corsi, 55 anni, fisico, è dal 2002 Presidente dell’Unione Astrofili Italiani. Si interessa di Astronomia da sempre; in gioventù, insieme a suo fratello Paolo e a un gruppo di amici, costituì il Gruppo Astrofili Napoletani, che per alcuni anni fu ospitato presso l’Osservatorio Astronomico di Capodimonte a Napoli. 

Leggi un'anteprima gratuita

Bookmark and Share