L'eros nell'arte antica

Catherine Johns

Sesso o simbolo?


ESAURITO

Disponibilità: Si

€ 25,31
O

L'eros nell'arte antica

Doppio click sull'immagine per vederla intera

Rimpicciolisci
Ingrandisci

Altre Viste

Informazioni Aggiuntive
ISBN 9788876057013
Caratteristiche volume rilegato con sovraccoperta a colori
Formato cm 22 x 28
Pagine 194 con ill. b/n e colori
Anno 2008
Rassegna Stampa No
Dettagli

Splendidamente illustrato con riproduzioni d'arte rarissime e inconsuete, il volume presenta, suddividendola per temi, l'iconografia erotica dell'arte greco-romana, dall'Atene dell'epoca arcaica alla fine dell'impero romano: pitture vascolari e affreschi, statue e immagini votive, oggetti d'uso quotidiano e gioielli, provenienti da musei di tutto il mondo e accomunati dalla scelta di soggetti erotici di grande evidenza plastica, ora raffinatissimi, ora apertamente grotteschi, sempre interessanti e inconsueti, in grado di fornire una testimonianza precisa e diversificata sull'atteggiamento delle civiltà greca e romana nei confronti del sesso. Riservati sino a pochissimo tempo fa all'esame di studiosi e specialisti di arte antica, questi oggetti, spesso di altissimo valore artistico, sono proposti all'attenzione del lettore da un'esperta come Catherine Johns, Conservatore del British Museum e autorità riconosciuta nel campo dell'arte antica, che ne mette in evidenza gli stretti legami con la vita religiosa, i diversi culti e le feste. Inserito nel suo giusto contesto, il materiale erotico presentato in queste pagine, pur esplicito e in alcuni casi piuttosto "hard", riacquista il suo spiccato valore simbolico e si propone come una straordinaria, preziosa e misconosciuta collezione di incomparabile valore artistico.

Catherine Johns, Conservatore al British Museum di Londra e membro della Società degli Antiquari britannica, è esperta d'arte antica nota a livello internazionale. Le sue numerose pubblicazioni testimoniano del costante impegno teso a portare alla conoscenza del grande pubblico i tesori d'arte di cui il British Museum è depositario.

Bookmark and Share