I film di Quentin Tarantino

Alberto Morsiani

Il regista che ha reinventato il cinema

Disponibilità: Si

€ 22,50
O

I film di Quentin Tarantino

Doppio click sull'immagine per vederla intera

Rimpicciolisci
Ingrandisci

Altre Viste

Informazioni Aggiuntive
ISBN 9788884409423
Caratteristiche volume in brossura
Formato cm 17 x 24
Pagine 192 con circa 150 foto in b/n e a colori
Anno 2016
Rassegna Stampa

Recensione su "Convenzionali"

Recensione su "sololibri.net"

Recensione sul "Corriere della sera"

Recensione su "Radio Libri"

Dettagli

Analizzando tutta la carriera di questo artista poliedrico – non solo regista ma anche attore, sceneggiatore, produttore, persino distributore –, il volume ne offre un ritratto completo ed esaustivo, che parte dai difficili inizi e arriva all’affermazione internazionale con film quali Le iene e soprattutto Pulp Fiction. Ampio spazio è dedicato ai film più recenti di Tarantino, in particolare la coppia di western di grande successo Django Unchained e The Hateful Eight. Affrontando per la prima volta in carriera il genere forse più americano di tutti, il regista, al suo solito, lo ibrida e lo aggiorna alla contemporaneità, sorprendendo anche per un ritrovato neoclassicismo. Per ognuno dei film di Tarantino, vengono proposti accurati approfondimenti critici e appropriati contributi fotografici. Grazie anche al supporto di una dettagliata filmografia e di puntuali riferimenti bibliografici, il libro mette validamente in risalto la perdurante “novità” rappresentata da questo geniale regista nel panorama cinematografico e culturale internazionale.

ALBERTO MORSIANI è direttore artistico dell’Associazione Circuito Cinema di Modena e curatore della programmazione di sale pubbliche e private, rassegne ed eventi culturali. Critico cinematografico del quotidiano «Nuova Gazzetta di Modena» e collaboratore di enti e riviste di cinema, tra cui «Cineforum», vanta una vasta attività di saggista, con particolare attenzione al cinema americano. È autore di numerose pubblicazioni, tra le quali Anthony Mann (Firenze 1986), Joseph Mankiewicz (Firenze 1990), Scene americane. Il paesaggio nel cinema di Hollywood (Parma 1994), Oliver Stone (Milano 1998), John Ford. Sentieri selvaggi (Torino 2002), Gus Van Sant (Milano 2004), Quentin Tarantino. Pulp Fiction (Torino 2008), Il cinema indiano (Roma 2009), Peter Weir (Milano 2011), Paesaggi mobili. Desiderio e paura nel road movie (Modena 2014), Ai confini del buio. Piacere e violenza in Kathryn Bigelow (Alessandria 2015). Per Gremese ha scritto L’America e il western. Storie e film della frontiera (2007) e Ribelli on the road. Moto e bikersldello schermo (2013). 

Bookmark and Share